Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Home / Economia / Giovani / “Alternanza scuola-lavoro, un’opportunità per le aziende”

“Alternanza scuola-lavoro, un’opportunità per le aziende”

Saranno 118mila gli studenti veneti che nell’anno scolastico 2017/2018 utilizzeranno lo strumento didattico reso obbligatorio dalla legge 107/2015. Dal focus di Verona Network è emersa la volontà degli attori principali di regolamentare in modo proficuo una riforma che offre grandi opportunità, ma che nella sua fase applicativa presenta ancora dei punti critici.

Orientamento, alleanza generazionale, formazione di competenze. Queste le parole chiave dell’alternanza scuola-lavoro. «Non si tratta di una formula di stage o tirocinio ma di metodologia didattica a tutti gli effetti» ha spiegato Laura Parenti, referente provinciale delle attività ASL presso l’Ufficio Scolastico di Verona. Resa obbligatoria dalla legge 107/2015, l’alternanza obbligatoria per il triennio delle scuole superiori interroga anche il mondo dell’impresa.
Proprio di opportunità concrete si è parlato nella tavola rotonda Alternanza scuola-lavoro: quali opportunità per le aziende veronesi?, organizzato da Verona Network, nella tarda mattinata di oggi, 21 ottobre, dalle ore 12.00 alle 14.00 presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri di Verona (in via Santa Teresa 12).

 

Saranno 118mila gli studenti nella nostra Regione che nell’anno scolastico 2017/2018 approcceranno questo tipo di attività. Numeri importanti che dovrebbero fare riflettere le aziende: servono strutture ospitanti in grado di accogliere i ragazzi usciti dalla scuola e, contemporaneamente, una metodologia che li inserisca nel modo più corretto e funzionale.
Uno strumento utile a ridurre il gap tra scuola e lavoro è il portale delle imprese messo online dal Registro Nazionale per l’ASL di cui fa parte anche la CCIAA di Verona e a cui possono iscriversi gratuitamente le aziende. «Stiamo lavorando alla semplificazione della procedura per l’iscrizione dell’azienda al registro in modo da rendere più accessibile la candidatura come struttura ospitante», conferma Pietro Scola, dirigente area anagrafica della CCIAA di Verona, al tavolo dei relatori con Massimo Castellani, segretario provinciale CISL di Verona, Stefano Pachera, presidente dell’Accademia di Belle Arti di Verona, Mauro Pavoni, preside scuola secondaria di secondo grado Istituto Seghetti, Carlo Reggiani, consigliere Ordine degli Ingegneri di Verona.

A vigilare sulla qualità dell’attività formativa oltre alla sistema scuola anche il mondo dei sindacati come ha sottolineato Massimo Castellani di CISL Verona. Secondo i dati ufficiali nazionali, in questo primo anno, le imprese sono state in testa nella disponibilità a impiegare gli studenti (36,1% dei casi). Il nodo da sciogliere rimane però, secondo Castellani, quello della volontarietà delle aziende che possono scegliere se ospitare o meno studenti per l’attività formativa. Servono incentivi in questo senso, per rendere attrattiva questa attività, senza fare affidamento solamente alla sensibilità sociale o allo spirito solidale di qualche imprenditore più illuminato.

Dal punto di vista dell’azione didattica, «bisogna far capire agli insegnati che l’alternanza scuola-lavoro è un momento formativo. Il periodo di assenza dalla classe deve essere vissuto come un prolungamento a tutti gli effetti, dell’attività scolastica» ha spiegato Mauro Pavoni, preside scuola secondaria di secondo grado Istituto Seghetti.

 

Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)

Check Also

Nicola Liviero, una vita tra snowboard e altre meraviglie

Nicola Liviero è un ragazzo di 17 anni diverso dai propri coetanei: studia all’istituto politecnico …

ISCRIVITI QUI

"per ricevere le newsletter con tutte le novità del territorio"

Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Secure and Spam free...