Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Home / Marco Nicolis / Degian, si scrive rock si legge cambiamento
degian

Degian, si scrive rock si legge cambiamento

Nella rubrica di Pantheon Undergreound di questo mese ci sono Gianpiero Occhialini, in arte Degian, e il suo rock cantautoriale italiano: ve li racconta Marco Nicolis in questo articolo.

 

La ricetta per l’originalità artistica sta nel rock cantautorale italiano. Partiamo allora proprio dalla raccolta dei vari ingredienti per questa grande minestra di idee. Prendiamo un pizzico di Pink Floyd a cui aggiungiamo una bella dose di De Andrè, uniamo dei testi originali, con quel tocco di colore che solo la lingua italiana sa creare, mescoliamo il tutto e il nostro risultato si chiamerà Degian, il progetto di rock cantautorale acustico che ci accompagnerà nelle prossime righe.

E proprio da qui, da questo grande calderone di idee e stili mescolati che Gianpiero Occhialini, Degian per gli amici, ha deciso di partire. Dalla creazione di uno stile, di un’idea che non vuole assomigliare a niente e a nessuno, che vuole essere indipendente, creativa, non riconducibile a qualcosa di già sentito prima. Un mix originale, il cui risultato è visibile (ascoltabile, più che altro) grazie alle prime due raccolte di brani autoprodotti da Gianpiero, e dal prossimo disco, in uscita nel 2017. Punti di partenza solidi ai quali aggrapparsi che, per un artista follemente innamorato della propria arte, sono un porto sicuro  da cui partire e al quale fare sempre riferimento. Infatti ora, nonostante l’animo strumentale del progetto, il vento del cambiamento è dietro l’angolo, rivolto verso una ricetta più rock, con l’aggiunta di strumenti elettrici e l’arrivo di nuovi artisti nel progetto. Chissà, forse anche questo cambiamento farà sì che la musica di Gianpiero diventi ancora più originale.

Ora, nell’attesa dell’album e del nuovo esperimento elettrico, vi rimane solo da ascoltare alcuni dei suoi brani (a me personalmente piacciono davvero molto), per potervi fare un’idea del pensiero artistico che Degian ha messo in musica. Seguite questo link e diteci la vostra: soundcloud.com/degian1

Marco Nicolis

Marco Nicolis

Marco Nicolis, nato alla fine dei gloriosi anni ’80, dottore in Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi di Verona. Calciatore fallito, ex-musicista incompreso, in compenso grande sognatore, spesso e volentieri ad occhi aperti. Un sorriso sempre stampato in faccia è il mio biglietto da visita. Mi considero una persona normale, infatti non sono né astemio né vegano. Uno dei miei grandi amori è la Fiorentina, ma qui non parliamo di bistecche.
Marco Nicolis

Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)

Check Also

verona rock

Rock, Rock e ancora Rock

Venti interviste ad artisti e a band che hanno movimentato in questi anni le nostre …

ISCRIVITI QUI

"per ricevere le newsletter con tutte le novità del territorio"

Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Secure and Spam free...