Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Home / News / Attualità / Distribuzione dei farmaci: Federfarma Verona risponde al servizio delle Iene

Distribuzione dei farmaci: Federfarma Verona risponde al servizio delle Iene

Ieri mercoledì 12 aprile nel corso della trasmissione televisiva “Le Iene”,  su Italia 1, è andato in onda un servizio televisivo che ha affrontato il tema delicato, come quello della dispensazione del Farmaco, evidenziando scarsa considerazione e pressappochismo sia nei confronti della categoria dei Farmacisti che degli amministratori  del Servizio Sanitario Nazionale.

Il servizio ha scatenato l’immediata reazione di Federfarma Verona che in un comunicato ufficiale scrive come il tema sia stato: “affrontato con molta superficialità ed assoluta improvvisazione “.

“Il servizio  – sostiene il dott. Marco Bacchini, Presidente di Federfarma Verona – era imperniato sull’ipotesi secondo la quale se il servizio di distribuzione dei farmaci svolto dalle farmacie sul territorio ed acquistati dalle ASL, la cosiddetta DISTRIBUZIONE PER CONTO, fosse sostituito dalla distribuzione  degli stessi direttamente da parte delle  strutture pubbliche o dagli ospedali (DISTRIBUZIONE DIRETTA), si potrebbero ottenere risparmi per un miliardo di euro l’anno”.

Sempre nel comunicato Federfarma Verona si legge: “Nella realtà dei fatti, dalla pubblicazione periodica dell’AIFA (Osmed gennaio-settembre 2016), appare evidente che le cifra sbandierata ieri sera (1,034 miliardi di euro) è relativa al costo sostenuto dalle ASL per l’acquisto dei farmaci e non certo a quello relativo alla remunerazione delle farmacie per il servizio di distribuzione degli stesso sul territorio”.

Per quanto riguarda la nostra Regione, ad esempio, e quindi la provincia di Verona, alle farmacie, per il servizio di dispensazione dei farmaci acquistati dalla Regione (anche per quelli del valore di migliaia di euro) viene solamente riconosciuta una remunerazione di euro 4,50 a confezione (farmacie urbane).

“Infine, sempre se ci fosse stato un contraddittorio, – conclude Bacchini – si sarebbe potuto rappresentare la vera realtà della distribuzione diretta, non certo fatta di consegne a domicilio, ma di lunghe attese in determinate strutture lontane da casa, limitatamente ad alcuni giorni della settimana e ad alcune fasce d’orario. Per tutti questi motivi come titolari di farmacia  rigettiamo con sdegno questo modo fazioso e superficiale di  fare giornalismo d’inchiesta, soprattutto quando si parla di un argomento così delicato, che merita certamente un approfondimento maggiore se non lo si vuole far apparire come un maldestro tentativo di fare uno scoop sulla pelle delle persone malate e dell’intera nostra Categoria».

Guarda il servizio delle Iene al seguente LINK

Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)

Check Also

1° maggio: seconda edizione della Granfondo Avesani Luca-cycling-Marathon in memoria di Luca Avesani

Lunedì 1 maggio si terrà la seconda edizione della Granfondo Avesani Luca-cycling-Marathon, organizzata in memoria …

ISCRIVITI QUI

"per ricevere le newsletter con tutte le novità del territorio"

Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Secure and Spam free...