Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Home / Blog / Lo sport (per la mente) che allena i neuroni

Lo sport (per la mente) che allena i neuroni

Esistono esercizi specifici per mantenere in attività il cervello: finché si è giovani e quando non lo si è più. In aiuto arriva la Ginnastica mentale: programma di stimolazione cognitiva messo appunto dall’associazione no profit di neuropsicologi Assomensana.

di Marta Bicego

Mai capitato? La parola che si vuol dire è lì, «sulla punta della lingua». Ma sfugge alla pronuncia, per un temporaneo black out che non permette al cervello di richiamare il vocabolo giusto dai cassetti dei ricordi. Il rimedio a questo fastidioso fenomeno risiede nell’allenamento: nel dedicare, per esempio, dieci minuti di due giornate alla scrittura di tutte le parole che vengono in mente a partire da una determinata lettera dell’alfabeto. A come albero, abito, aria… E così via. Trascorsi due giorni, si cambia iniziale per allungare l’elenco sul foglio.

«In questo modo si esercita il piglio, il meccanismo che prende le parole al momento giusto», esordisce Alice Savoia, psicologa e brain trainer licenziataria di Assomensana. È l’associazione no profit nata a Milano nel 2004: attiva in quindici città italiane, compresa Verona, è presieduta dal neuropsicologo Giuseppe Alfredo Iannoccari. Altro esercizio utile, aggiunge, «è individuare due nomi di persone e memorizzarli. Possono essere nominativi di nuovi conoscenti, letti su riviste e giornali oppure sentiti in tv. La sera, dopo cena, è opportuno riscriverli, esercitando la capacità di apprendere i nomi e recuperarli quando servono». Tutta questione, insomma, di una costante pratica.

«Andiamo in palestra e facciamo movimento per tonificare il corpo, per favorire la coordinazione e allenare i muscoli. Spesso però dimentichiamo di esercitare un altro muscolo a noi indispensabile: il cervello». La conferma viene dalle Neuroscienze che da tempo, fa notare, hanno rimarcato la possibilità di potenziare le prestazioni del cervello attraverso adeguati training che rallentano il naturale declino cognitivo legato all’età che avanza.

Un anti-aging cerebrale contro l’invecchiamento dei neuroni che inizia tra i 28-30 anni e si manifesta con la perdita annuale dell’1% di efficienza, la quale a sua volta si traduce in disattenzioni e smemoratezze. Per correre ai ripari, esistono appositi esercizi suggeriti dagli esperti di Assomensana: si riassumono in un programma di stimolazione cognitiva denominato Ginnastica mentale con schede di testi e disegni somministrati con difficoltà crescente.

Una palestra per la mente che serve a stimolare una moltitudine di funzioni: memorie, attenzione, concentrazione, logica, ragionamento, velocità di riflessi, linguaggio, creatività. Modalità che non ha controindicazioni, anzi: «Si rivolge a chiunque desideri potenziare e migliorare le proprie funzioni mentali o voglia mantenere in forma il cervello a dispetto del tempo che passa», sottolinea Savoia.

Il tenere in attività i neuroni, che si tratti di giovani o adulti, raccoglie comunque degli effetti positivi: «Gli studi condotti da Assomensana hanno messo evidenza che chi segue i corsi di Ginnastica Mentale non soltanto rallenta il decadimento cognitivo, ma addirittura porta indietro di qualche anno le lancette dell’invecchiamento».

Esercitare una funzione vuol dire mantenerla a lungo e non perderla con i mesi che passano, chiarisce la brain trainer: «In tal senso, è stato proposto il concetto di “se non lo usi lo perdi”. L’esercizio mentale preserva le abilità cognitive che altrimenti andrebbero smarrite a causa dei processi legati all’invecchiamento». Prima si inizia, meglio è: «Allenare le funzioni da giovani consente di incrementare la cosiddetta “riserva cognitiva”: quel gruzzoletto di salute che viene conservato per gli anni a venire. Ecco perché Assomensana ha introdotto la Ginnastica mentale anche nelle scuole elementari. È lo stesso processo che si è ottenuto con la ginnastica fisica».

 www.assomensana.it

Le storie sono la geografia del nostro territorio

Iscriviti alla newsletter privata che racconta gli spazi dove abiti.
Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)

Check Also

Un “termometro” per capire se la casa è in buona salute

Nelle farmacie aderenti a Federfarma è disponibile un piccolo dispositivo capace di rintracciare ventisei diverse …

ISCRIVITI QUI

"per ricevere le newsletter con tutte le novità del territorio"

Email
Nome
Cognome
Cellulare (per ricevere il pdf del Magazine)
Secure and Spam free...